Salvemini: “in 18 mesi, recuperati 2,8 milioni da evasione fiscale”

LECCE- In 18 mesi, sono rientrati nelle casse del Comune di Lecce 2,8 milioni di euro frutto del recupero dell’evasione fiscale su Tassa rifiuti, Imu/Tasi e Tassa di soggiorno.

Il sindaco uscente, ricandidato, Carlo Salvemini ha illustrato il suo bilancio del recupero: “Essere riusciti – ha spiegato – a pressione fiscale invariata a garantire al comune oltre 2.800.000 euro di nuove risorse, che sono cosa diversa dall’iscrizione di crediti in bilancio , è un risultato importante che conferma la bontà del lavoro svolto nei nostri diciotto mesi anche sul fronte della riorganizzazione dell’attività di accertamento riscossione e lotta all’evasione. E indica che la strada intrapresa è quella giusta”.

Sono stati incassati 1,3 milioni di euro in più dalla tassa sui rifiuti; 809mila euro in più dall’Imu-Tasi; a questo si aggiungono 700mila euro di nuove entrate dell’imposta di soggiorno riscossa nel 2018.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*