Presidenza Corte d’Appello di Lecce, strada in salita per Tanisi

QuattroStelle

LECCE-Diventa in salita la strada per la presidenza della Corte d’Appello distrettuale di Lecce per Roberto Tanisi, eletto primo giudice del distretto di Lecce, Brindisi e Taranto con il voto del plenum del Csm nel 5 luglio del 2017. La V Commissione del CSM ha infatti espresso cinque preferenze per l’altro candidato, Lanfranco Vetrone attualmente presidente del Tribunale di Catanzaro. Una maggioranza netta rispetto all’unico voto assegnato invece a Tanisi. La nuova istruttoria ha preso il via dopo la decisione del 4 gennaio scorso del Consiglio di Stato che aveva accolto il ricorso presentato proprio da Vetrone. Questo si era opposto alla sua esclusione dalla rosa di nomi presentata dalla V commissione del Csm da sottoporre poi al Plenum. E i giudici gli avevano dato ragione ritenendo l’esclusione “Non motivata”. Secondo i giudici di Palazzo Spada i requisiti di Vetrone gli avrebbero consentito di accedere all’esame del Plenum: in particolare il fatto di aver svolto funzione direttiva come presidente del tribunale di Potenza, al contrario di Tanisi che aveva svolto sino ad allora solo funzione semidirettiva come presidente di sezione del tribunale. Il Csm era stato quindi chiamato a rivalutare la nomina di Roberto Tanisi a presidente della Corte d’Appello di Lecce e ieri c’ è stato il primo step.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*