Poli: Siete ansiosi? Stop alle primarie per vincere con me

LECCE- Invocare l’unità non serve se non annullate le primarie unendovi a me per dare la città al centrodestra. Così Adriana Poli Bortone proprio nel giorno della prima riunione del comitato di garanzia per la consultazione del 17 marzo.

“Leggo tardivi appelli all’unità del centrodestra. In effetti l’unita sul mio nome era stata la prima proposta fatta da Forza Italia: c’è da chiedere agli altri partiti del centro destra ed alla “civica“ di Messuti perché non hanno inteso accogliere quella proposta unitaria.” Così Adriana Poli Bortone. Siete ansiosi? Non posso farci nulla se “oggi qualcuno si è accorto che la mia candidatura è stata recepita con forte simpatia da buona parte della Città e quindi pare sia subentrata una forte sindrome ansiosa montante, tale da invocare oggi l’unità. Agli amici  delle primarie voglio dire, conclude la senatrice, “siete ancora in tempo per conseguire l’unità: faccio appello alla razionalità, al buon senso ed alla reale volontà di unirsi a me per restituire la città al centro destra. Mettete uno stop alle primarie. Et de hoc satis!” Usa il latino per dire: e su questo basta ... ma i partiti, casualmente, sembra come volerle rispondere inviando la comunicazione circa la prima riunione, fissata proprio per oggi, del Comitato di Garanzia cui sono attribuite, come previsto dal Regolamento per le elezioni primarie, le competenze in ordine alla ratifica delle candidature ed alla verifica dei requisiti per l’elettorato attivo.

Riunione presso lo studio dell’avvocato Garrisi alla presenza del presidente del comitato, il dott. Antonio Cavallari già Presidente del TAR Lecce, degli avvocati Francesca Conte, Roberto De Giuseppe, Davide Pierri, Maurizio Tafuro e del dottor  Fernando Tarantino.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*