Congedo: cercherò di coinvolgere la Poli

LECCE – “In tutta la regione il Centrodestra ha scelto la strada delle primarie. Fuori da questo perimetro c’è chi non è o non vuole più essere del Centrodestra e rischia di essere funzionale al Centrosinstra“. È una delle prime riflessioni di Saverio Congedo, segretario regionale di Fratelli d’Italia, che in mattinata ha ufficializzato la sua candidatura a sindaco di Lecce. Il riferimento è ad Adriana Poli Bortone e alle civiche unite che la sostengono, con le quali da oggi Congedo intende avviare un dialogo, nel tentativo di “trascinarle” dalla propria parte.

Al suo fianco i sostenitori annunciati e anche quelli inattesi, come il leader di “Andare Oltre” Pippi Mellone e l’ex consigliere Fragola. È quest’ultimo, fino a ieri papabile quarto candidato sindaco, a sciogliere la riserva e ufficializzare il sostegno del movimento in favore di Congedo.

In sala anche il portavoce martiano Riccardo Rodelli. Una presenza, la sua, che non è passata inosservata sebbene flash. Probabilmente una visita di cortesia che collima, di fatto, con le parole del senatore Marti ai nostri microfoni, che lasciano ampia libertà alle sue civiche di sostenere un candidato x.

Illustra le sue priorità, intanto, Congedo. E in chiusura sdramattizza in riferimento all’assenza in sala del Cognato Perrone: “È assente per motivi di famiglia – dice – se può bastare, c’è la sorella“. Segue poi una lunga autobiografia politica, a voler specificare che Erio Congedo non è una creatura Perroniana.

E.Fio

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*