Castromediano, anche i mobili ora nella discarica “urbana”: pronta videotrappola

CASTROMEDIANO- I residenti di via Saragat, a Castromediano di Cavallino, sono sul piede di guerra. E hanno ragione: da mesi denunciano la formazione ciclica di una discarica abusiva in un’aiuola lungo la strada. L’arteria, tra l’altro, è sempre molto trafficata, data la vicinanza del parco Adele Savio di Bernstiel, e lo è ancora di più in queste settimane, a causa della deviazione da via Leuca, interessata dai lavori. Ciononostante, alcuni zozzoni continuano a sporcare le aree verdi e, addirittura, negli ultimi giorni sono riusciti a lasciare anche poltrone, letti, comodini e arredi vari, oltre ai soliti sacchi della spazzatura.

Contatto da Telerama, il sindaco Bruno Ciccarese ha fatto provvedere in mattinata alla pulizia della zona e lancia l’appello ai cittadini: “Il servizio per lo smaltimento degli ingombranti è gratuito, basta contattare il numero verde, usatelo! Non è possibile che si verifichi una situazione simile a fronte degli investimenti che facciamo per il decoro dei nostri centri”.

A breve, per scoraggiare e sanzionare gli sporcaccioni, saranno installate lì anche le fototrappole già attive a Cavallino. Il sospetto è che lì vadano a scaricare, nelle ore serali e notturne, cittadini non di Castromediano o comunque non in regola con il pagamento della tassa sui rifiuti, come succede anche lungo la strada provinciale principale che collega il rione al comune di Cavallino e nelle zone intorno.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*