Giovedì Salvemini incontra i partiti

LECCE-Non bisogna dare per scontato il percorso che ha unito centrosinistra e civici di Delli Noci dopo il secondo turno perché, per L’Udc , esiste sempre un percorso di autonomia prima di poter ipotizzare un’alleanza certa già dal primo turno. Alla base di questo ragionamento anche il silenzio di Salvemini. Sarebbe stato diverso se da subito avesse riproposto la sua ricandidatura ma oggi, per l’unione di centro, occorre ripartire da zero e valutare alleanze e candidati. A conferma di questa tesi la presenza, al tavolo di Ruggeri, di tutte le componenti che al primo turno di maggio 2017 non erano in alleanza ma anche coloro che poi si ritrovarono assieme al ballottaggio come voler convincere, il segretario dell’udc, che si debba ripartire da giugno, mese che segnò la vittoria del sindaco. Da Delli Noci a Fornari ma anche il segretario provinciale del Pd e l’uscente presidente del consiglio Paola Povero aerea Emiliano. Solo un passaggio prima di un nuovo incontro, forse per giovedì , e sperando nella riserva sciolta da parte del sindaco dimissionario. Novità della serata parlare proprio con Salvemini e giovedì sarebbe la volta buona.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*