Omicidio Trepuzzi: la Procura chiede il giudizio immediato per Spagnuolo

TREPUZZI-Giudizio immediato per Michele Spagnuolo, il 77enne di Trepuzzi che il 16 luglio dello scorso anno uccise con 41 coltellate la moglie Teresa Russo, sordomuta, di 57 anni. E’ la richiesta avanzata dal pm Luigi Mastroniani al giudice contestando anche l’aggravante della crudeltà. Il giudizio immediato perché c’è l’evidenza della prova; la crudeltà perché l’uomo infierì sul corpo della moglie, così come accertato dall’autopsia, nella loro abitazione di via generale papadia.
Spagnuolo fu arrestato il subito dopo l’omicidio. Tra i due i rapporti si erano deteriorati da tempo e lei aveva chiesto la separazione. A molti amici aveva raccontato di temere qualche vendetta da parte del marito. La coppia aveva anche un figlio. Spagnuolo, difeso dall’avvocato Antonio Savoia, dopo 9 giorni dall’arresto in carcere e dopo la confessione, aveva ottenuto i domiciliari trascorsi nell’abitazione del fratello a Talsano da dove si era allontanato il 20 novembre arbitrariamente. Per questo, era stato anche arrestato per evasione.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*