U.S. Lecce solida realtà

(foto Anza e Marco Lezzi)
Ottica Salomi

LECCE (di M.C.)- Ne è passata d’acqua sotto ai ponti, è proprio il caso di dirlo; ne sono successe di cose da quando quel gruppo di amici legati dall’amore per i colori giallorossi, nel giugno 2015 decise di impegnarsi per ridare lustro al calcio leccese.

Liguori, Sticchi Damiani, Tundo, 9 novembre 2015

Quel gruppo di amici messo insieme dall’avv. Saverio Sticchi Damiani poteva contare sulla travolgente verve di Corrado Liguori manager bancario, nella diplomazia del prof. Stefano Adamo e nella calma serafica dell’imprenditore Enrico Tundo che diventò il Presidente del sodalizio. Il 9 novembre 2015 le firme sull’atto di vendita definitivo nello studio del notaio Mancuso.

In poco tempo però la famiglia si allarga, entrano a far parte della società Silvia e Dario Carofalo che oltre ad essere top sponsor diventano soci e successivamente dirigenti, ed Alessandro Adamo che ricopre la carica di Amministratore Delegato. Dopo l’abbandono di Tundo viene nominato Presidente Saverio Sticchi Damiani; in società arriva nuova linfa grazie al banchiere René de Picciotto che non vuole cariche societarie.

Poi la squadra conquista la meritata promozione in serie B, si respira calcio ovunque nel Salento.

L’estate scorsa lascia il Prof. Stefano Adamo, al suo posto nel consiglio Dario Carofalo.

Nelle scorse ore c’è stato il rinnovo delle cariche societarie e subito si è notato il cambio di governance, non c’è più un amministratore delegato. Alessandro Adamo diventa vicepresidente insieme a Corrado Liguori e tutte le deleghe sono distribuite al nuovo C.d.A., più responsabilità e potere per tutti ad ognuno per le proprie competenze.

Corrado Liguori e Renè de Picciotto (foto Pinto)

Il Presidente, per i prossimi tre anni, sarà sempre Saverio Sticchi Damiani.

E così, mentre in campo la squadra di Liverani ha egregiamente guadagnato 30 punti nel girone di andata della serie B e si prepara alla gara del 19 gennaio che giocherà al Via del Mare con il Benevento, nella stanza dei bottoni c’è una società ancora più moderna, più coesa, e con le idee chiarissime.

Nel C.d.A. oltre a Silvia e Dario Carofalo, c’è l’ingresso della dottoressa Maria Rosaria Olive, legale di fiducia del socio De Picciotto e sorella dell’ex calciatore del Lecce Renato Olive, e poi l’avv. Salvatore De Vitis e spiccano le rinnovate presenze del vicepresidente di Moby Alessandro Onorato, e di Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema.

Infine il Nuovo Collegio Sindacale ha come presidente il dott. Giuseppe Tamborrino, come sindaci effettivi la dottoressa Lauretana Fasano e il dott. Domenico Massimo Mangiameli, mente i sindaci supplenti sono il dott. Giuseppe Quarta e il dott. Giovanni Santoro.

Saverio Sticchi Damiani presidente dell’ Us Lecce (foto P. Pinto)

I successi si costruiscono prima intorno ad un tavolo e poi in campo.

Il Lecce è sulla buona strada; l’US Lecce è una solida realtà.

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*