Falda contaminata a Cavallino, Trevisi (M5s): stop pozzi e sequestro dell’area

CAVALLINO- Stop al prelievo di acqua dai pozzi intorno alle discariche di Cavallino e la magistratura valuti il sequestro preventivo dell’area: è quanto chiede il consigliere regionale M5s Antonio Trevisi, dopo il servizio di Telerama sulla presenza di inquinanti nella falda superficiale che scorre sotto alle discariche Le Mate e Guarini. Sono stati rilevati e documentati da Arpa numerosi metalli e anche cancerogeni certi quali Nichel, Zinco, Manganese e Idrocarburi policiclici aromatici. Ad oggi, tuttavia, non è stata attivata nessuna procedura di caratterizzazione del sito e non si riesce neppure a stabilire quali sono i pozzi a monte e quali a valle della discarica, in base all’andamento della falda.

“È evidente – dichiara Trevisi – che le analisi effettuate hanno evidenziato la potenziale pericolosità per animali e cittadini. Si blocchi quanto prima l’emungimento di acqua dai pozzi interessati dall’inquinamento nelle  zone agricole limitrofe. La lotta agli ecoreati prevede il reato di inquinamento ambientale colposo e inquinamento delle acque, si valuti il provvedimento di misura cautelare reale di sequestro preventivo dell’area in modo da vietare la raccolta di vegetali, di terre, di sedimenti ed altri materiali”.

Il presidente della Provincia Stefano Minerva, intanto, ha annunciato la riconvocazione a breve del tavolo tecnico sulle discariche.

In riferimento alla nota del consigliere Trevisi, poi, intervengono presidente e portavoce del Comitato Salvaguardia Salute Cittadini Cavallino Castromediano, Elisabetta De Matteis ed Raffaele Colluto: “siamo felici che ogni tanto la politica si svegli dal suo torpore, ma sulla vicenda ambientale di Cavallino il suddetto Comitato lavora da circa due anni con competenza e impegno non a mezzo stampa o televisioni. E fino alla pubblicazione degli articoli dei giorni scorsi, non abbiamo notato impegno specifico da parte di altri su tale argomento. Precisiamo che il nostro comitato è assolutamente apolitico e apartitico e che l’unico obiettivo di tale comitato è cercare di garantire la migliore qualità della vita possibile agli abitanti del nostro territorio e soprattutto ai bambini. Pertanto, non abbiamo bisogno né di fughe in avanti né di visibilità ma casomai del supporto e della sensibilità dei cittadini tutti, per cui riteniamo assolutamente inutile dispensare elogi a generici comitati o ad altre persone. E altrettanto inutile riteniamo suggerimenti su possibili soluzioni che non semplificherebbero ma complicherebbero ancora di più la già complessa situazione cavallinese”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*