Natale, al via il piano anti-traffico a Lecce

LECCE – Il Piano per evitare ingorghi e favorire il ricambio di auto nei parcheggi in centro a Lecce città entra in vigore oggi, fino al prossimo 6 gennaio.

Con un anticipo di disponibilità delle aree di sosta gratuita di Asl, Camera di Commercio e Università, i 1400 posti auto gratuiti in più sono stati attivate a metà del mese. Parte invece da oggi il servizio navette gratuito: impiegherà in tutto cinque bus Sgm con frequenze stimate tra i 15 e i 10 minuti, riproponendo a disposizione degli automobilisti il modello park e ride: area di sosta associata al servizio di trasporto al centro. Le navette saranno attive tutti i giorni, eccezion fatta per Natale, Santo Stefano, Capodanno ed Epifania. Il servizio sarà attivo dalle 9.00 alle 22.00. Solo la vigilia di Natale e Capodanno terminerà alle ore 21.
Due navette saranno operative dal Foro Boario, altre due da Settelacquare e una da Torre del Parco.

Le aree di sosta sono in prossimità del centro città e della zona commerciale, a pochi minuti di camminata dalle vie dello shopping. Fare due passi, dunque, non sarebbe così stancante.

Attorno alla Villa Comunale, lo ricordiamo, non ci saranno modifiche alla viabilità.

Per incentivare a rotazione delle auto parcheggiate e per scoraggiare la “lunga sosta”, si diceva, il Piano prevede poi il pagamento del ticket anche la domenica e nei festivi (in tutto 6 giorni per tutta la durata del Piano).

A tutela della vivibilità e della città storica, infine, sempre da oggi sarà estesa la fascia oraria di attivazione della Zona a Traffico Limitato. Ad oggi la Ztl è attiva h24 nei festivi e dalle 21 alle 06 nei feriali. Per la durata del Piano, la Ztl sarà in vigore h24 nei festivi e nei giorni feriali dalle 13 alle 24. In questo modo le attività commerciali avranno la possibilità di concentrare le operazioni di carico e scarico merci nel corso della mattinata e nel pomeriggio i residenti del centro saranno gli unici titolati – insieme ai possessori di pass disabili – a poter entrare nella città storica.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*