Arnesano, per l’azione disciplinare possibile l’arrivo dei Commissari del Ministro

LECCE- Un’azione disciplinare nei confronti del pm Emilio Arnesano potrebbe portare presto i commissari del governo a Lecce, per acquisire i fascicoli sui procedimenti penali seguiti dal pubblico ministero, le inchieste, i processi. Il ministro della giustizia Bonafede infatti ha la facoltà, su segnalazione, in questo caso proprio dalla procura generale, di avviare l’azione disciplinare e quindi intraprendere una vera e propria inchiesta svolgendo il ruolo di pubblico ministero, quindi dell’accusa, da sostenere di fronte alla sezione disciplinare del Csm, il consiglio superiore della magistratura, che, con i suoi membri, invece svolge il ruolo di giudice emettendo poi la sentenza.

Il pm Emilio Arnesano, 61 anni di Carmiano, è finito in carcere giovedì scorso a seguito dell’indagine coordinata dalla procura di potenza sulla presunta svendita delle proprie funzioni in cambio di sesso, una barca, vacanze, battute di caccia, visite mediche gratuite per amici e parenti. Regali e favori, per aggiustare le indagini e i processi. Accuse che il pm ha respinto in un’ora a mezza di interrogatorio nelle scorse ore.  Quindi mentre va avanti l’inchiesta penale a suo carico, si svolge quella parallela che riguarda quindi l’azione disciplinare in funzione della sua carica.  In questo caso potrebbero entrare in scena ben presto i commissari inviati dal ministro.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*