Fi, FdI e Lega: “Telecamere negli asili, non eravamo pazzi. Salvemini si dimetta”

LECCE – “Non eravamo pazzi a chiedere le telecamere negli asili a Lecce. Qualcuno un giorno dovrà chiedere scusa, non a noi, ma alla sua coscienza”. Intervengono così sulla questione Cristian Sturdà, segretario cittadino di Forza Italia, Mario Spagnolo, segretario cittadino leghista e Antonio Mazzotta di Fratelli d’Italia.

“Abbiamo avviato nei mesi scorsi la campagna “Asili Sicuri” e lo abbiamo fatto convinti che questa amminisrazione avrebbe apprezzato il nostro intento e fatto propria la bontà della nostra iniziativa. Le telecamere negli asili non sono una battaglia di destra o di sinistra, sono una battaglia di civiltà.

Il sindaco Salvemini e il consigliere Molendini hanno fatto di tutto per non far votare la mozione di Andrea Guido e poi per impedirne l’approvazione – continuano i segretari cittadini – Dimettevi subito se vi è rimasto un briciolo di dignità. Un giorno incontrete i genitori di bambini che hanno subito abusi e dovrete abbassare lo sguardo e vergognarvi. Chiedere scusa non basterà, perché sarà la vostra coscienza a non perdonarvi.
Come segretari cittadini dei principali partiti del centrodestra promettiamo solennemente che il primo provvedimento che la futura amministrazione a guida centrodestra farà, rivolto all’introduzione delle telecamere negli asili e nelle strutture sociosanitarie, perché la sicurezza dei nostri bambini, anziani e diversamente abili viene prima di tutto”.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*