Evasione e file pedopornografici, condannato ex carabiniere

LECCE-Condanna oggi anche a Lecce per Dino Maglio, l’ex carabiniere di Surbo imputato in un processo con l’accusa di detenzione di materiale pedopornografico e evasione. Maglio era stato già condannato per violenza sessuale aggravata su minori a Padova dove svolgeva servizio. Era accusato di avere drogato e violentato una 17enne australiana che aveva ospitato presso la sua casa di Padova e conosciuto tramite un sito internet. Mentre si trovava ai domiciliari nella sua abitazione di Surbo nel 2016 aveva postato su Facebook una sua foto al mare. I carabinieri che erano andati a verificare, durante la perquisizione avevano sequestrato cellulare e pc in cui erano stati trovati altri file pedopornografici.  L‘ex carabiniere è stato condannato a 2 anni e 4 mesi per l’evasione e a 4 anni e due 2 mesi per la detenzione del materiale, a fronte di una condanna più elevata chiesta dal pm Roberta Licci. La difesa, l’avvocato Ivan Feola, ha dimostrato come gran parte del materiale rubato fosse in realtà vecchio e già acquisito per un precedente processo nel quale l’ex carabiniere era stato assolto. Non è stata riconosciuta quindi l’aggravante della grande quantità.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*