Liverani: “Stabilità, struttura e Serie A in tre anni”

Fabio Liverani, 42 anni, allenatore del Lecce

LECCE – (di Tonio De Giorgi) Dopo tredici giornate il Lecce viaggia in prima classe, un privilegio che la squadra giallorossa si è guadagnato meritatamente. Resta una sorpresa del campionato perché proveniente dalla Serie C, ma adesso ha più occhi puntati addosso ed è considerata tra le squadre che possono puntare alla Serie A. “Non ho mai detto che la squadra non possa ambire a traguardi importanti – afferma l’allenatore giallorosso -, ma ho sempre pensato a quelli sono realisticamente i nostri obbiettivi. Quello principale è la salvezza in B, per la società è importante. Si viene dopo sei stagioni di purgatorio, sono cambiate tre proprietà e ogni anno sono stati immesse cifre importanti per ripianare i bilanci. Nel giro di tre anni si possono creare tante situazioni che diano forza alla società. In A si può anche arrivare senza queste cose, ma non con una preparazione adeguata. Oggi ci sono tante società che hanno speso più di noi e che oggi magari sono dietro in classifica. Ora si possono fare tante ipotesi, ma ne riparliamo ad aprile. L’importante è che alla prima sconfitta non si perda l’entusiasmo che ci permette di stare in alto”. Intanto la squadra giallorossa affronta domani il Carpi, la squadra che regalò ai tifosi leccesi un dispiacere enorme con gli emiliani che ebbero la meglio nella doppia finale volano in Serie B. Oggi la formazione biancorossa è in fondo alla classifica, ma l’arrivo di Castori ha rinvigorito l’ambiente. “È una squadra in salute – continua -, è reduce da tre risultati utili consecutivi. Castori è appena rientrato e ha ricreato lo spirito giusto. Affronteremo una formazione con un’identità precisa, che concede poco e ha una grandissima organizzazione”. Il tecnico giallorosso ha recuperato Tabanelli assente nella sfida contro la Cremonese per un problema alla schiena. “Tabanelli è in ballottaggio con Armellino e Mancosu – aggiunge -, ma voglio spendere due parole per Torromino e Dubickas, i quali hanno trovato poco spazio nonostante il loro impegno in allenamento”. Per l’attacco, invece, Liverani potrebbe disegnare una formazione con Falco e La Mantia, almeno inizialmente. Arbitrerà la partita  Guccini di Albano Laziale, fischio d’inizio alle ore 15. Al Cabassi saranno presenti circa due mila sostenitori giallorossi provenienti anche dalle città del settentrione.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*