Finti colloqui per posti di lavoro, due condanne

LECCE- Sono stati condannati rispettivamente a 4 e 3 anni di reclusione Raffaele Faggiano, 58 enne di Veglie, autista di pullman e Stefano La Neve, di Montalbano di Fasano, 60 anni. Sono accusati di aver truffato decine di giovani disoccupati con promesse di assunzioni presso l’azienda di trasporti Marozzi, dove Faggiano lavorava. Le indagini dei carabinieri erano state messe in moto dalla denuncia di una delle vittime: l’uomo le aveva prospettato la possibilità di essere assunta nella ditta presso la quale lavorava dietro il pagamento di 2000 euro. La sentenza è stata emessa dal giudice Sermarini. Faggiano era accusato di truffa in concorso per essersi finto ispettore intermediario per conto delle Ferrovie dello Stato e della stessa Marozzi, per aver chiesto somme di decine di migliaia di euro come corrispettivo per effettuare visite mediche psico fisiche presso il distretto sanitario di Bari dove La Neve invece simulava la qualità di medico preposto alla valutazione dell’idoneità lavorativa.

Nel processo si erano costituite 32 parti civili oltre alle vittime le stesse Ferrovie dello Stato e la Marozzi srl.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*