Tap: chi strappa reti danneggia ulivi

QuattroStelle

MELENDUGNO –“La scorsa notte, nell’area di proprietà di TAP dove sono in corso le attività di costruzione del terminale di ricezione, ignoti hanno strappato da alcuni ulivi le reti di protezione che erano state posizionate in coordinamento con le competenti funzioni delle autorità fitosanitarie locali”. È La denuncia di Tap, che ha fatto la scoperta alle prime ore del mattino. “Chi strappa le reti anti insetto -fa sapere la multinazionale- danneggia gli ulivi e l’ambiente”.

Le linee guida cui TAP si attiene per la protezione degli ulivi prevedono che, dopo il campionamento per le analisi fitosanitarie, le piante siano individualmente isolate dall’ambiente circostante, appunto con le reti anti-insetto. “Queste ultime saranno poi rimosse una volta che gli alberi saranno trasportati e custoditi sotto i canopy (i “baldacchini”) all’interno del vivaio di Masseria del Capitano che già ospita, in vista del loro futuro riposizionamento nella sede originaria, circa 650 ulivi mantenuti in salute da costanti cure agronomiche”. Per questo avvisa chi ha danneggiato le reti che il danno non viene arrecato a Tap, ma agli alberi e all’ambiente circostante.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*