Le Provinciali aprono i giochi della presidenza dell’Asi?

QuattroStelle

LECCE- Il Presidente del consorzio leccese per lo sviluppo industriale in carica sino al 2020. Rumors ipotizzano un cambio in seguito ad accordi politici per la presidenza della Provincia

L’Asi, l’Area per lo sviluppo industriale, di Lecce è un consorzio composto dal Comune capoluogo, dalla Provincia, dalla Camera di Commercio e dai comuni di Galatina, Galatone, Gallipoli, Maglie, Melpignano, Miggiano, Nardò, Soleto, Specchia, Surbo e Tricase. Una maggioranza granitica che ha alla guida di essa, e sino al 2020, Angelo Tondo. Nella disputa tra gruppi legati ad Emiliano ed il cuore del Partito Democratico spunterebbe un’ipotesi legata ad un avvicendamento dell’attuale vertice mai, ad ora, messo in discussione. Il tutto a margine delle elezioni della Provincia che, secondo non confermati rumors, avrebbe consolidato un’intesa in favore del gruppo di Andare Oltre anche per l’apertura di questo alla elezione di Stefano Minerva. Si è fatto il nome anche di un consigliere comunale di Nardò, Maccagnano, ma le riserve sono legate ad eventuali incompatibilità e, non secondaria, l’impossibilità di poter revocare l’attuale Presidente. Una revoca è possibile solo in base a gravi anomalie e nulla di questo è ipotizzabile considerata anche la collegialità e la fiducia tra i consorziati. Se fosse vero l’accordo di cui sopra l’unica via potrebbe esser rappresentata, in vista della riforma delle aree industriali, da un commissariamento dall’alto e cioè direttamente operato dal Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. Se tale azione di forza dovesse avvenire sarebbe l’unico escamotage possibile per il cambio anticipato senza attendere la scadenza del 2020.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*