Difesa Lecce, tante opzioni. Ecco come cambia

Ottica Salomi

LECCE – (t.d.g.) La difesa del Lecce perde Meccariello e Calderoni. Dopo i cartellini rossi che l’arbitro Di Paolo di Avezzano ha mostrato ai due calciatori giallorossi lunedì sera durante Pescara-Lecce, il giudice sportivo ha fermato i due calciatori per un turno. Entrambi salteranno la partita del San Vito contro il Cosenza. Per l’allenatore del Lecce sono due assenze importanti. Soprattutto quella di Meccariello, a cui il tecnico non ha mai rinunciato. Neppure quando l’ex giocatore del Brescia ha commesso qualche ingenuità. Sarà la prima volta che il reparto difensivo leccese sarà orfano di Meccariello. Lunedì scorso il Lecce ha dovuto fare i conti con un arbitro dal cartellino facile e ne ha fatto le spese, salate: partita chiusa in nove uomini, sconfitta e doppia squalifica. Così nel ritiro di Roma i giallorossi preparano la sfida di Cosenza e le alternative da presentare in difesa. Intanto, in coincidenza con l’assenza di Meccariello ci sarà il ritorno di Fabio Lucioni. Il difensore ternano ha scontato la squalifica ed è nuovamente disponibile. Sarà sicuramente nell’undici di partenza che Liverani presenterà a Cosenza. A far coppia con l’ex capitano del Benevento sarà quasi certamente Marino al quale Liverani, lunedì scorso, ha preferito Venuti. La prestazione del difensore è stata analizzata dal tecnico e dal suo staff, ma l’ex giocatore del Benevento non si è trovato a proprio agio nel ruolo di centrale. In qualche scorcio di partita, Liverani lo ha impiegato pure come terzino sinistro. Ed è succcesso anche a Pescara quando a difendere il pareggio in nove uomini Liverani ha mantenuto la base di quattro difensori: Fiamozzi, Cosenza, Marino e appunto Venuti. Senza Bovo, che secondo quanto affermato da Liverani, rientrerà dopo la sosta del campionato, si contano anche Lepore e Di Matteo. Il capitano ha giocato l’ultima partita a Foggia dove fu presentato tra i titolari. Di Matteo, invece, da tre partite è regolarmente convocato, ma Liverani non lo ha fatto ancora esordire. Chissà se la squalifica di Calderoni non permetterà a Di Matteo di poter giocare la prima partita di questo campionato, o almeno qualche minuto. Se si pensa alla sfida di Pescara Fiamozzi meiterebbe la riconferma e, con Lucioni al centro, resterebbero altri due posti da occupare. Pertanto Venuti, Marino e Di Matteo si contendono due posti, ma è molto probabile che le scelte definitive ricadranno su Marino e Venuti. Anche nel Cosenza dell’ex Piero Braglia ci sarà una defezione in difesa: l’ex Virtus Francavilla Idda è stato squalificato per un turno dal giudice sportivo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*