Nel libro di Minelli la medicina di precisione

LECCE – Personalizzare i percorsi diagnostici e tarepeutici si può. Parla di futuro il nuovo libro di Mauro Minelli, allergolo, immunologo e presidente del corso di laurea in Scienze motorie dell’Università Telematica Pegaso. La sua ultima fatica letteraria si intitola “Medicina di precisione. Verso la personalizzazione dei percorsi diagnostici e terapeutici” ed è stata presentata a Palazzo Madama, a Roma.

La tesi è chiara: anche nell’ambito specifico delle “allergie”, la medicina dei “protocolli standardizzati” oggi non può più essere considerata sufficiente. Ogni persona può e deve essere trattata come un individuo unico e non come una media statistica. La rivoluzione della medicina è già in atto: oggi l’approccio classico di diagnosi e cura deve necessariamente confluire in una nuova visione clinica incentrata sul paziente. Mediante specifiche procedure di diagnostica molecolare avanzata, è possibile tracciarne il profilo individuale, identificandone la suscettibilità alle malattie, misurandone il livello di rischio, personalizzandone la cura in base alla sua costituzione genetica e offrendo opzioni terapeutiche precise, perché fondate sulla massima efficacia degli interventi e sul minimo rischio di eventi avversi.
Ed è grazie alla puntuale definizione di quel profilo individuale che -spiega Minelli nel libro- anche in allergologia, sarà possibile intraprendere il percorso terapeutico più preciso ed efficace: l’allontanamento dello specifico allergene; la cura farmacologica; il trattamento immunoterapico, ossia i cosiddetti “vaccini antiallergici. È solo in questo modo che si potrà ottenere il miglior intervento per ogni ammalato, portando ad una ottimizzazione delle risorse disponibili e tagliando costi inutili e talvolta dannosi.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*