Torna da oggi la Sagra de la Volìa cazzata

MARTANO – Organizzata dall’Associazione Ricreativa Culturale “Cosimo Moschettini”, torna da oggi l’attesissima Sagra de la Volìa Cazzata. Quattro giorni dedicati alle tipicità enogastronomiche salentine e villimpentesi, in Largo Primo Maggio.

Come ogni anno, protagonista indiscussa dell’autunno salentino, la sagra accende i riflettori su una delle eccellenze della produzione agroalimentare locale: l’oliva. Ospite speciale della 29esima edizione, la delegazione del Comune di Villimpenta in provincia di Mantova, gemellata con il comune di Martano, nel nome di un’amicizia nata 22 anni fa intorno ad un piatto di volìe cazzate e di risotto con il pisto. Patto d’amicizia istituzionalizzato anche da un gemellaggio tra i due comuni proprio in questo 2018. Non una semplice iniziativa simbolica ma un legame profondo che ha consentito negli anni di sviluppare concrete relazioni economiche e culturali. Non poche, infatti, le reti commerciali nate tra le due comunità. La delegazione che giungerà a Martano sarà guidata dal sindaco di Villimpenta, Fabrizio Avanzini, e dalla vice-sindaco, Nicoletta Bonifacci. Saranno accolti dal presidente dell’Associazione “Cosimo Moschettini”, Consiglio Palano, e dall’Amministrazione Comunale del sindaco Fabio Tarantino oltreché da una comunità in festa.

Gli ospiti avranno la possibilità di conoscere Martano e di vivere da vicino la preparazione dei piatti tipici della cucina salentina gustando le “volìe cazzate”, utilizzate un tempo come companatico dei piatti poveri e diventate oggi squisite delizie per palati esigenti. Come ogni anno, si potranno degustare presso la tendocopertura di 2500mq., oltre alle buonissime “volìe cazzate”,  i piatti tipici della tradizione salentina e le specialità villimpentesi.

Domenica 21 ottobre, tutti al “Pranzo domenicale” della Sagra de la Volìa Cazzata! Occasione unica per rivivere la più bella delle tradizioni salentine: ritrovarsi intorno ad un tavolo per condividere cibo e allegria.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*