Finamore: il Comune di Lecce è un manicomio

LECCE – “Salvemini vuole solo i nostri voti. Si naviga a vista, modifichi la delibera approvata grazie all’ assenza del Centrodestra o a casa. Noi non siamo una stampella lo capisca. Dei dieci punti dell’accordo non ne ha fatto neanche mezzo. Decide tutto solo e non ascolta nessuno. O modifica la delibera anti dissesto o si dimetta. Se non lo fa lui lo faremo noi”. Così il capogruppo di “Prima Lecce”, Antonio Finamore.

Alla domanda “ma il Centrodestra sarà compatto per le dimissioni?” Finamore risponde: “Si vedrà se è vero ciò che dicono o se sino ad oggi si sono nascosti dietro di noi”.

Certo è che, se tutto il Centrodestra fosse stato presente la delibera sarebbe stata bocciata e da subito Salvemini avrebbe probabilmente lasciato. Ma per Finamore “il Comune è un manicomio, si naviga a vista e pretende solo i nostri voti e così non può più andar”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*