Malamovida, tre mesi di controffensiva

SALENTO – 223 in tutto le persone arrestate, 1371 quelle denunciate, 12.806 le pattuglie impegnate, 6046 le contravvenzioni al codice della strada elevate; 209 le patenti ritirate; 82 i mezzi sequestrati. Sono questi i numeri del bilancio delle attività preventive e repressive dell’Arma dei carabinieri effettuate da giugno ad agosto, impegnata per rendere più sicuro il territorio salentino, anche grazie a tutte le Stazioni territoriali e le Compagnie.

In particolare, per tutto il periodo estivo sono stati 120 i carabinieri giunti come rinforzo (di cui 45 solo a Gallipoli)
In questo contesto si inseriscono le migliaia di chiamate sul servizio d’emergenza 112. Un’Azione, dunque, che si è svolta su più fronti, in particolare quelli della prevenzione e repressione dei fenomeni microcriminali che incidono sulla serena vita dei vacanzieri e dei turisti di passaggio, ma anche dei residenti. Solo a Gallipoli sono 45 le persone tratte in arresto, 197 quelle denunciate, 1475 le pattuglie impiegate, 1038 le contravvenzioni al codice della strada elevate, 25 le patrenti ritirate e 35 i mezzi sequestrati.
Nel corso dei fine settimana sono stati intensificati i servizi di prossimità in ogni comune della Provincia, in particolare lungo la fascia costiera adriatica e jonica e nei pressidei locali soprattutto per contrastare il fenomeno della “malamovida” legato allo spaccio di stupefacenti. Effettuati anche numerosi servizi a piedi nelle aree a maggiore vocazione turistica. Particolare attenzione è stata posta al contrasto dell’abusivismo commerciale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*