Canale Reale: fermare gli scarichi

BRINDISI- E’ delle ultime ore la notizia che si è riacuito lo stato di emergenza del Canale Reale. Lo scorso 17 agosto, il personale del Consorzio di Gestione di Torre Guaceto impiegato nel monitoraggio della Riserva, ha scoperto la presenza di un liquido di colore giallastro e maleodorante alla foce del torrente, già segnato dallo scarico di reflui depurati provenienti da 2 impianti consortili, a seguito delle abbondanti piogge dei giorni precedenti. L’ente di gestione ha allertato gli Organi preposti sia alla prevenzione e repressione dei reati, sia allo svolgimento di accertamenti sanitari. A poche ore di distanza dalla richiesta di intervento, gli specialisti dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale si sono recati sul posto ed hanno prelevato alcuni campioni d’acqua per le analisi di laboratorio del caso. Gli esiti sono arrivati nelle ultime, quel giorno i reflui presentavano indici batteriologici di contaminazione fecale. L’auspicio è che i Comuni coinvolti si attivino per permettere alla Riserva di Torre Guaceto di non correre più pericoli ambientali.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*