Lecce, Liverani: “Ad Ascoli partita ostica. Chiricò? Mi allineo alle decisioni della società”

Ottica Salomi

LECCE – (di Tonio De Giorgi)  Dopo la sosta la Serie B riparte con 19 squadre e dalla terza giornata. Per il tecnico giallorosso Liverani nulla cambia. “Il numero di retrocessioni restano le stesse in un un campionato a 19 squadre e non a 22 come prima, quindi è una B pericolosa – osserva -, ma sarà sicuramente un torneo bellissimo e avvincente”. Lo stop è stato utile anche alla squadra giallorossa per i motivi che Liverani spiega in conferenza stampa prima della partenza. “Abbiamo continuato un percorso di lavoro – dice l’allenatore -, la sosta credo sia stata positiva e si dovrà ripartire dalle cose buone”. Per la trasferta marchigiana il tecnico giallorosso ha convocato 25 calciatori; a casa, oltre a Di Matteo, anche Mino Chiricò escluso per decisione della società. “Mi allineo a quello che ha deciso la dirigenza – commenta -, se la società ha ritenuto opportuno questo sceglierò tra gli altri giocatori a disposizione con massima limpidezza e trasparenza”. Nella squadra giallorossa potrebbero rivedersi sia La Mantia che Palombi, quest’ultimo mai impiegato nelle prime due giornate di campionato. La presenza dei due attaccanti permette a Liverani di avere più soluzioni offensive anche se prima non rappresentava un problema. “Non mi sono preoccupato – ammette -, dovevo esserlo se non riuscivo a creare. Però guardate ai marcatori delle prime due giornate: Falco come attaccante ha segnato due gol e lo stesso ha fatto Mancosu che attaccante non è. Tuttavia La Mantia ha lavorato bene in questi quindici giorni mentre Palombi ha recuperato completamente. Come Haye: ha smaltito i carichi di lavoro e dobbiamo metterlo nelle condizioni di potersi esprimere al meglio”. Nella lista dei convocati anche il difensore Cesare Bovo che , all’occorrenza, Liverani valuterà di utilizzarlo anche a centrocampo. “Può essere una soluzione – continua -, intanto ha voglia di fare un’ottima esperienza, è una freccia in più al mio arco. Nel reparto difensivo mi sento veramente sereno”. Nella seconda trasferta della stagione al Lecce si opporrà l’Ascoli allenato dal tecnico Vivarini. “Ascoli è un campo ostico e troveremo un avversario tosto – conclude -, sarà una partita maschia, con grande ritmo. Personalmente al Del Duca non ho mai vissuto partite semplici, ma credo che la mia squadra sia pronta per fare una buona partita”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*