Lecce: campagna trasferimenti sontuosa ma ci sono due problemi da gestire

Chiricò durante la presentazione insieme al ds Meluso e all'olandese Haye

LECCE (di M.C.) – Anche la campagna trasferimenti di serie C ha chiuso i battenti così come è calato definitivamente il sipario sul calciomercato in tutta Europa; ora si può operare solo con i calciatori svincolati.

Accendiamo i riflettori in casa Lecce e sul lavoro enorme del direttore Mauro Meluso che però al gong finale si ritrova ancora in casa Doumbia e Chiricò che non hanno accettato altre destinazioni.

Compreso Torromino e i volti già conosciuti Riccardi, Bleve, Dubickas, Megelaitis, oltre a Maimone e Turchetta rientrati dai prestiti ma poi ceduti rispettivamente al Monopoli e alla Casertana, sono 23 le operazioni in entrata.

Iniziando dalla porta è stato completamente rivoluzionato tutto e sono arrivati Vigorito e Milli con Bleve che farà il secondo; in difesa sono ben 5 i volti nuovi, Venuti, Meccariello, Fiamozzi, Lucioni, Calderoni, più Riccardi riscattato, e potrebbe firmare lo svincolato Bovo; in mezzo al campo il primo a firmare per il nuovo Lecce è stato l’olandese Haye, al quale si sono aggiunti Petriccione e Scavone, anche nel reparto avanzato rivoluzione totale con Falco, Pettinari, Palombi, Chiricò, La Mantia.

Della formazione che ha vinto il campionato di serie C sono rimasti ben pochi protagonisti e sono andati via Vicino, Perucchini, Chironi, Valeri, Ciancio, Legittimo, Gambardella, Selasi, Costa Ferreira, Persano, Caturano, Di Piazza, Saraniti e Pacilli, in uscita bisogna annoverare anche il giovane Dumancic giunto dall’Albalonga e mandato in prestito alla Juve Stabia.

Una campagna trasferimenti sontuosa e un dispendio di energie enorme che ha consegnato nella mani di Liverani un gruppo di calciatori che possono diventare una buona squadra di serie B pronta ad ambire ad una salvezza tranquilla che è l’obiettivo dichiarato dalla società di Via Col. Costadura; però ci sono due situazioni in particolare che dobbiamo evidenziare.

Una riguarda Doumbia, il franco-maliano che il Livorno non ha voluto riscattare. Tornato alla base è fuori dal progetto tecnico ma non avrebbe accettato il trasferimento a Catanzaro,  molto sicuramente per lui si potrebbe provare la via della rescissione; e poi c’è il boomerang Chiricò che comunque potrebbe rivelarsi una grande risorsa. Il calciatore brindisino, però, è sgradito da una parte della tifoseria, che lo ha contestato, ma è rimasto perché non ha ritenuto che Terni potesse essere la soluzione giusta e forse pensa di riuscire a recuperare il rapporto con chi non lo ha perdonato per degli atteggiamenti avuti nella sua precedente esperienza in maglia giallorossa.

Il problema è ambientale e c’è il rischio per i giallorossi di vivere una stagione di contestazione e acredine dopo tanti anni passati a rincorrere la serie B.

 

CAMPAGNA TRASFERIMENTI 2018-19 US LECCE 

ARRIVI:

PORTIERI: Vigorito (Frosinone), Bleve (fp Ternana), Milli (Casarano)
DIFENSORI: Riccardi (H.Verona), Venuti (Fiorentina), Calderoni (Novara), Meccariello (Brescia), Fiamozzi (Genoa), Lucioni (Benevento), Dumancic (Albalonga)
CENTROCAMPISTI: Megelaitis (Švyturys Marijampolė), Haye (Willem II), Maimone (fp Matera), Petriccione (svincolato), Scavone (Parma)
ATTACCANTI: La Mantia (v. Entella), Falco (Bologna), Turchetta (fp Casertana) Pettinari (Pescara), Chiricò (Cesena), Palombi (Lazio), Doumbia (fp Livorno), Torromino (svincolato)

 

CESSIONI

PORTIERI: Vicino (f.c.), Perucchini (fp Bologna), Chironi (p. Virtusvecomp Verona)
DIFENSORI: Valeri (rescissione), Ciancio (Catania), Legittimo (Cosenza), Dumancic (pr. Juve Stabia), Gambardella (rc).
CENTROCAMPISTI: Selasi (fp Pescara), Costa Ferreira (Trapani), Maimone (pr. Monopoli)
ATTACCANTI: Turchetta (Sud Tirol), Persano (pr. Arezzo), Caturano (V. Entella), (Di Piazza f.p. Foggia), Saraniti (p.o. Viterbese), Pacilli (Viterbese), Cavaliere (Pro Vercelli)

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*