Paura sulla litoranea: autocisterna di GPL si ribalta. Il conducente guidava sotto l’effetto della cocaina

OTRANTO – Negli occhi abbiamo ancora tutti le immagini drammatiche di Bologna e per questo ha fatto ancora più paura quanto accaduto in mattinata sulla litoranea Porto Padisco-Otranto. Alle 11.30 circa, all’altezza di Torre Sant’ Emiliano, è uscita di strada e si è rovesciata sul fianco una cisterna che trasportava GPL.

L’autista avrebbe fatto tutto da solo, non ci sono altri mezzi coinvolti e il tratto in cui si è verificato l’incidente è in rettilineo. Il tir, nonostante abbia divelto circa 15 metri di guardrail, non ha subito deformazioni nella parte della cisterna che contiene il gas e non ci sono feriti. Il conducente è rimasto traumatizzato ed è stato accompagnato in ospedale per accertamenti. Sul posto i carabinieri della stazione di Otranto e i vigili del fuoco, che hanno messo in sicurezza la cisterna e l’intera zona.

Dopo tutti gli accertamenti sanitari presso ospedale di Scorrano il conducente, di 47 anni di San Cesario di Lecce è risultato positivo alla cocaina e per questo è stato denunciato. Inoltre è inoltre stato trovato in possesso di una banconota arrotolata con tracce di polvere bianca. Dalle indagini è risultato che nell’immediatezza dell’incidente il conducente abbia tentato di disfarsi di uno dei due contalitri per g.p.l. di cui disponeva, gettandolo in un roveto. strumentazione recuperata dai carabinieri e sottoposta a sequestro.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*