Nuove accuse a “Miss Arci”: cinica e sboccata. Lei spegne la polemica: “Gossip di basso livello”

LECCE – Dopo l’articolo in prima pagina del quotidiano “La Verità”, è la volta de “Il primato Nazionale”. Il focus è lo stesso: l’attività di Arci Lecce, nella persona della Presidente Anna Caputo, ribattezzata “Lady Sprar”. Dopo il botta e risposta a mezzo social con il Ministro degli Interni Matteo Salvini all’indomani della stretta degli ambulanti in spiaggia, la Stampa fa le pulci agli introiti annuali dell’associazione. Poi il campo si restringe, questa volta si parla direttamente di lei, del suo modo di porsi definito “cinico nei confronti degli avversari politici, affarista e decisionista, tanto da aver provocato scissioni interne ad Arci” e del suo linguaggio definito, nello stesso articolo, inappropriato, considerato il ruolo che riveste.

Si parte da alcuni post del suo profilo facebook “diffusi da alcuni membri e operatori della stessa Associazione -scrive il giornalista- probabilmente nel tentativo di facilitare un cambio al vertice”. In uno dei post in questione, in riferimento a Salvini, la Caputo scrive che “la m… ha più valore di lui”.

Sempre su fb a chi dichiara di aver brindato alla morte di Miglio e all’ictus di Bossi, lei risponde con una faccina sorridente.

E poi ancora c’è il terzo fermo immagine, che risale a poco meno di due anni fa: la Caputo partecipa a una riunione con un sindaco, un amministratore condominiale e alcuni inquilini di una palazzina di nuova costruzione. L’oggetto del contendere riguarda la potenziale svalutazione dell’immobile. Il costruttore aveva deciso di affittare cinque appartamenti invenduti ad Arci, per ospitare dei migranti. Durante il confronto lei posta su facebook questa frase: “Tra 5 minuti mazzate. Razzisti di m…, mi sta venendo una crisi di violenza”.

Parla di pettegolezzo di basso livello la Presidente Arci che, dopo aver letto l’articolo, fa sapere di non essere interessata ad alimentare una polemica sterile. “Sono concentrata sul mio lavoro -dice- il gossip non mi interessa”.

E.Fio

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*