Xylella, Giuseppe Ferro: buone le sperimentazioni, ma nel leccese il danno è irrecuperabile

LECCE – Le nuove tecnologie consentiranno certamente interventi mirati, ma questo per ciò che riguarda il problema della xylella a nord della Puglia, perchè a Lecce, a sud di Lecce e a sud di Gallipoli ormai la situazione è drammatica e non più recuperabile per Giuseppe ferro, accademico dei Georgofili.

Non solo, “quello chye ancora è da comprendere – ha aggiunto Ferro – è che questo fenomeno, non deve essere esclusivamente considerato un problema del settore agricolo ed olivicolo in particolare, ma un problema sociale, culturale ed economico dell’intera comunità salentina”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*