Ilva e Tap, Emiliano se ne lava le mani: “Faccia il Governo”

BARI – “Su Tap e Ilva sono indifferente alle decisioni del Governo”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. “Se il governo intende realizzare Tap vorrei che il punto di approdo fosse diverso da quello fissato, ma se decide di non farla la questione, tamquam non esset, non mi riguarda”. Commentando le dichiarazioni del ministro Lezzi sulla Tap, definita “un’opera inutile, può essere anche dannosa”, Emiliano ha detto di voler “conoscere in maniera più compiuta la motivazione di questa affermazione”.

A proposito dell’Ilva, ha sottolineato che “l’importante, se la fabbrica deve funzionare, è che si assicuri la salute dei cittadini, mentre se non deve funzionare e deve essere riconvertita, è che si assicuri il diritto al lavoro. E’ semplicissimo”. “Se il governo ha un piano per riconvertire l’Ilva e sa dove ricollocare i 20mila lavoratori, bene, altrimenti se decide di tenerla aperta, ricordo di aver presentato 3 anni fa all’allora premier Renzi il piano di decarbonizzazione della fabbrica”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*