Sgombero di “Villa Matta”, Sgm lo reclama. All’interno uova di vernice con nomi di poliziotti

LECCE-I sigilli sono scattati all’alba, all’interno dello stabile erano in 7: per loro è scattata la denuncia per occupazione abusiva e furto di energia elettrica, tramite allaccio abusivo ad una cabina esterna. Villa Matta alle prime luci dell’alba si è svegliata così. La Questura di Lecce ha dato esecuzione al provvedimento di sequestro preventivo dell’immobile, noto come “ex macello comunale”,che sorge in via San Nicola, emesso dal Gip del Tribunale di Lecce.

Lo stabile, attualmente adibito a centro sociale e occupato abusivamente appunto, è in realtà di proprietà di Sgm. L’operazione congiunta di polizia e carabinieri è finalizzata proprio al reintegro nel possesso da parte della società di trasporti che proprio lì intende dar vita ad una nuova sede. All’arrivo degli agenti, all’interno dello stabile, sono state trovate sette persone tutte poi denunciate a piede libero. Non solo, la perquisizione all’interno della struttura ha consentito di rinvenire 18 uova di vernice, secondo la Questura molto simili a quelle lanciate contro le Forze dell’Ordine durante i cortei dei mesi scorsi. Su due di queste erano scritti i nomi di due funzonari della Polizia di Stato. Anche questo dato sarà oggetto di approfondimenti.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*