Abbandono rifiuti sul litorale: in 6 giorni le fototrappole incastrano 11 sporcaccioni

LECCE – In 6 giorni ad essere immortalati dalle fototrappole lungo il litorale leccese sono stati ben 11 sporcaccioni. A metà maggio avevano scelto le marine, lontane da occhi indiscreti, per disfarsi dei sacchietti dell’immondizia non differenziata.

La pigrizia e l’incuria costerà a ciascuno circa 400 euro di verbale.

È il resoconto, con tanto di foto al seguito, stilato dall”Unità di monitoraggio per la lotta all’abbandono dei rifiuti, istituita dall’Amministrazione comunale leccese a febbraio e coordinata dal Segretario generale Vincenzo Specchia. L’attività di pattuglia dell’ispettorato ambientale e della Polizia Locale prevede infatti anche l’utilizzo di fototrappole che consentono di individuare in flagrante gli autori dell’abbandono.

Con l’avvicinarsi della stagione estiva i controlli sono stati intensificati: in una settimana sono stati effettuati circa 50 accertamenti Tari.

“A partire da questi giorni e per i prossimi tre mesi -fa sapere l’assessore all’Ambiente Carlo Mignone – il pugno duro continuerà”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*