Costretti in un rudere tra larve ed escrementi: sequestrati 11 cani. Proprietaria multata

btr

SCORRANO – Costretti in luoghi sporchi e fatiscenti, tra amianto, escrementi e ciotole d’acqua ormai vecchia e piena di larve. Per questro 11 cani sono finiti sono sequestro sanitario a Scorrano.

A salvarli l’intervento delle guardie Zoofile “Agriambiente-Lecce” del Nucleo di Polizia Giudiziaria dei Nardò, coordinate dal Comandante Antonio Russo, insieme al servizio Veterinario di Maglie.

Nello specifico 9 degli 11 cani erano detenuti in un recinto alto un metro e circondato da una rete metallica piena di spuntoni Dal controllo tutti sono risultati sprovvisti di microchip e pertanto mai dichiarati all’Anagrafe Canina Regionale. Per la proprietaria una 46enne del posto, è scattata la sanzione per l’omessa denuncia dei cani.

Intanto sono stati tutti dotati di microchip dal Servizio Veterinario ASL e trasportati presso il canile rifugio di Alessano.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*