Riabilitazione Comune Parabita, Fitto: “Chi restituirà la dignità e l’immagine dell’intera amministrazione comunale?”

QuattroStelle

PARABITA- “Sciolto per mafia” è una di quelle etichette che un Comune difficilmente riesce a togliersi di dosso. Una sorta di marchio che etichetta una comunità in modo generico, gettando tutti indistintamente nel calderone del massacro mediatico”. Così Raffaele Fitto, presidente nazionale ed eurodeputato di Noi con l’Italia. “La responsabilità penale è personale ed è giusto che, in quei casi,  la magistratura faccia pienamente il proprio corso , ma bisogna evitare generalizzazioni che offendono i cittadini in primo luogo e poi un’intera comunità. E’ il caso di Parabita, dove il Tar Lazio ha ritenuto insussistenti le condizioni alla base dello scioglimento, dal momento che gli atti amministrativi erano trasparenti , nessun collegamento quindi con i clan mafiosi. Ma se la giustizia amministrativa ha pienamente restituito dignità all’Amministrazione, chi ripaga loro del danno politico e d’immagine che questa vicenda ha comportato? Per quello che mi riguarda: confermo la mia stima per la comunità parabitana e per il mio amico Alfredo. Ma la mia personale vicinanza non è sufficiente. Sarebbe opportuno -conclude- aprire una seria riflessione sui meccanismi che portano allo scioglimento di un’assise cittadina, democraticamente eletta che non può con procedure unilaterali  ed insindacabili essere tacciata come “mafiosa”!”

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*