I medici per l’ambiente mettono in guardia sui pesticidi: “ecco perchè sono rischiosi”

QuattroStelle

TARANTO – E’ tra i maggiori esperti italiani in tema di effetti da pesticidi e da Taranto Patrizia Gentilini, oncologa ed ematologa, mette in guardia una volta di più il territorio sui rischi che l’utilizzo massiccio di queste sostanze comporta. Lo fa nella due giorni della Conferenza nazionale “Clima, inquinamento atmosferico e salute” organizzata da Isde, l’Associazione nazionale dei medici per l’ambiente del cui Comitato scientifico lei è membro.

Nella sede distaccata dell’Università di Bari, nel cuore della città vecchia, si parla molto di prevenzione primaria, che “non porta fama o denari, ma protegge tanto il povero quanto il ricco” e che “richiede che strumenti di conoscenza, indipendenti e scientificamente validi, vengano messi a disposizione dei cittadini”.

Come ribadisce il presidente nazionale Roberto Romizi, Taranto non è stata scelta a caso per ospitare la riflessione del 15 e 16 maggio, poiché è stata indicata dalla stessa Organizzazione mondiale della sanità.

Tanti gli interventi e importante la partecipazione degli studenti, grazie anche all’attività portata avanti da Maria Grazia Serra, medico tarantino e responsabile nazionale del progetto scuola di Isde. Un modo per rendere la città ionica la capitale d’Italia dell’impegno a favore della Salute e contro l’inquinamento atmosferico e i cambiamenti climatici.

Intanto in queste ultime ore ai comuni “disobbedienti” si è aggiunto quello di Zollino. A Lecce i consiglieri di minoranza di Palazzo Carafa hanno presentato richiesta di un consiglio monotematico. Il Senatore Pd Dario Stefano, invece, annuncia il suo sostegno alla linea Salveminiana, rispettosa dell’obbligo. 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*