Lecce-Fondi 2-0. I giallorossi mettono a segno il primo colpo verso la B

Ottica Salomi

LECCE – (di Tonio De Giorgi) Il primo dei tre colpi è andato a segno. Non è stato semplice avere ragione del Fondi, ma non è stato merito dei laziali aver tenuto aperta la partita praticamente sino al termine, ma del Lecce che non è riuscito a chiuderla prima. La foga di cui parlava Liverani alla vigilia ha vinto, in più circostanze, la voglia di fare dei giallorossi padroni del campo, ma incapaci di annullare un avversario al Via del Mare stimolato anche dal palcoscenico oltre che dalla necessità di fare punti. Se la formazione leccese riesce a ritrovare la proprietà di quelle giocate che hanno caratterizzato gran parte delle vittorie, in questo intenso finale forse si soffrirà di meno. Per i giallorossi era la terz’ultima partita stagionale, la penultima in casa. In difesa Liverani ha schierato Legittimo in coppia con Cosenza; in attacco Caturano e Di Piazza. I giallorossi hanno vinto 2-0 grazie ai gol di Lepore e Di Piazza. Tra gli ospiti oltre all’ex Corvia anche Christian Maldini (rimasto in panchina), figlio dell’ex capitano del Milan Paolo Maldini.

La cronaca – Al 15′ Di Piazza con un colpo di tacco in area serve Costa Ferreira, ma il portoghese non riesce ad agganciare. Al 19′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo il Fondi vicino al gol con un colpo di testa di Polverini che Perucchini alza sopra la traversa. Al 28′ il Lecce passa in vantaggio grazie ad una giocata di capitan Lepore, che si porta il pallone sul sinistro e lo indirizza nell’angolo alla destra del portiere dei laziali, 1-0. Al 39′ la formazione allenata da Luiso sfiora  il pareggio, ma Pompei è in leggerissimo ritardo e il pallone sfila fuori. Al 40′ conclusione di Mancosu dal limite respinta dal portiere. In avvio di ripresa gli ospiti pericolosi con uno spunto da sinistra di Pompei, Addessi non riesce nella deviazione in porta. Al 13′ scambio Caturano-Mancosu con tiro di quest’ultimo respinto dal portiere, poi Caturano protesta per un fallo ai suoi danni. Al 15′ Di Piazza riesce ad eludere la guardia di un difensore, ma angola troppo la conclusione. Al 16′ esce Daniele Corvia, ex applauditissimo, al suo posto Ciotola. Al 22′ Mancosu si procura  e calcia una punizione fuori di poco. Al 42′ il Lecce trova finalmente il raddoppio: cross di Tabanelli e Di Piazza di testa, sul primo palo, devia alle spalle del portiere avversario, 2-0. L’attaccante, festeggiatissimo, abbraccia e bacia il tecnico Liverani. A un minuto dal novantesimo Liverani ordina tre cambi: fuori Di Piazza, Arrigoni e Mancosu per Dubickas, Selasi e Pacilli, quest’ultimo applauditissimo come pure Di Piazza. A fine partita i calciatori giallorossi hanno ringraziato il pubblico per il sostegno ricevuto. La squadra leccese osserverà adesso il proprio turno di riposo e riprenderà sempre al Via del Mare contro la Paganese il 29 aprile prossimo.

LECCE-FONDI 2-0

RETE: 28’pt Lepore (L); 41’st Di Piazza (L)

LECCE

Perucchini; Lepore, Cosenza, Legittimo, Ciancio; Armellino, Arrigoni (44’st Selasi), Mancosu (44’st Pacilli); Costa Ferreira  (34’st Tabanelli); Caturano (24’st Saraniti), Di Piazza (44’st Dubickas)

Allenatore F. Liverani

R. FONDI

Elezaj; Galasso, Polverini, Mangraviti, Paparusso; Vastola (24’st Corticchia), De Martino, Pompei (24’st Quaini); Addessi (47’st Pezone); Corvia (16’st Ciotola), Mastropietro

Allenatore P. Luiso

Arbitro: Valiante di Salerno

Note: ammoniti Cosenza. Corner: 6-5 per il Lecce. Recupero: 0′ pt; 5′ st. Totale spettatori 10.549 di cui 3.607 paganti. abbonati 6.942. Incasso totale di euro 74.291,67

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*