Morì al Fazzi 8 anni fa: assolti due medici del Pronto Soccorso di Lecce

LECCE- Assolti dall’accusa di omicidio colposo per colpa professionale i medici Elisabetta Toma e Agostini Ciucci, indagati per negligenza ed imperizia per la morte di   un’anziana di Arnesano, accompagnata dai familiari al pronto soccorso di Lecce per mal di testa e vertigini, dopo aver fatto una visita da un otorino ed una tac.

Era il pomeriggio del  24 novembre 2010. La paziente, Giovanna Greco di 72 anni, dopo le prime visite le venne consigliato di tornare a casa e di ripresentarsi in ospedale in caso di malessere. E infatti la mattina seguente era di nuovo lì. Le sue condizioni di salute precipitarono e nel pomeriggio il suo cuore cessò di battere.  La successiva autopsia strabilì che a provocare il decesso era stato un arresto cardio-circolatorio. Da quel giorno iniziò la battaglia legale per far luce su eventuali responsabilità e nel registro degli indagati finirono sette medici, ma dopo una serie di archiviazioni soltanto per tre il sostituto procuratore Paola Guglielmi chiese il rinvio a giudizio.

In data odierna, dopo ben 8 anni, il giudice del Tribunale monocratico Prima sezione penale, ha assolto con formula piena i tre medici, tra cui Toma e Ciucci,  difesi rispettivamente dagli Avv. Marianna Del Coco del foro di Lecce e Giancarlo Camassa del foro di Brindisi (la prima) e Avv. Marianna Del Coco e Francesca Serafini del foro di Lecce (il secondo).

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*