Infermiere si invaghisce della collega e la molesta. Indagato per stalking

SCORRANO- Il posto di lavoro per diversi mesi era diventato un luogo invivibile per una 40enne di un comune del basso Salento, infermiera nell’ospedale di Scorrano, costretta per mesi a subire le avances di un collega 60 enne che si era invaghito di lei. L’uomo è ora indagato per stalking. Il suo nome compare nell’avviso di conclusione delle indagini a firma del pm Maria Vallefuoco per il reato di 612 bis. È stata la donna, esasperata dai suoi atteggiamenti, a rivolgersi ai carabinieri e a denunciare i suoi atteggiamenti. “Condotte reiterate nel tempo” si legge nell’avviso, nei confronti dell’infermiera con la quale avrebbe voluto intrattenere una relazione sentimentale dalla donna però completamente rifiutata. Per questo il 60 avrebbe messo in atto atteggiamenti persecutori, telefonate ed sms insistenti e minatori con i quali ricattava la donna: “Che pensi, che io non sappia nulla di te? – le scriveva – io so tutto di te, ho anche delle tue foto compromettenti”. I fatti si sono verificati sino al luglio del 2017. La vittima dello stalking, difesa dall’avvocato Mariangela Calò, è stata male anche fisicamente.

L’infermiere, difeso dall’avvocato Maria Domenica Campanelli, ha già avuto un provvedimento disciplinare dall’Asl.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*