Rete Stroke: insieme verso un’assistenza omogenea su tutto il territorio

LECCE- La Rete Stroke pugliese è vicina alla meta. Proprio il lavoro quotidiano affrontato nella Stroke Unit della Neurologia del Fazzi, rappresenta infatti uno degli esempi più apprezzati nella gestione dell’ictus.  Nel 2015 la Stroke Unit leccese è entrata tra i primi dieci centri specializzati in Italia , mentre nel 2016 è cresciuta ancora riuscendo a trattare 110 pazienti. Ottimi anche i risultati raggiunti nel 2017.

Del resto è ormai stabilito e consolidato, che le Stroke Unit (SU) non sono solo indispensabili per effettuare in sicurezza le terapie d’urgenza, ma salvano vite “di per sé”, soprattutto grazie alla specializzazione del personale medico e paramedico, alla capacità di gestione delle complicanze, alla capacità di rapida diagnosi con conseguente prevenzione secondaria e alla riabilitazione precoce.

Attualmente è in corso un forte impegno da parte dell’Amministrazione Regionale e dell’ARESS Puglia per sviluppare una adeguata rete assistenziale per l’ictus. In questo contesto, Angels si propone di affiancare il processo di riorganizzazione della Rete Stroke regionale con un incontro che mira a favorire il confronto tra le diverse figure appartenenti al percorso ictus, rafforzare la community regionale e standardizzare i percorsi in prospettiva dell’applicazione del nuovo PDTA Ictus regionale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*