Comitato Lecce Libera: “Il commercio soffre. Si pensi a un progetto chiaro e partecipato”

LECCE- “Il commercio del centro storico continua a soffrire l’assenza di parcheggi nelle giornate dove l’affluenza è maggiore. La chiusura di Piazza Libertini e l’inversione di viale Marconi sono due provvedimenti impensabili in un momento di penuria di posti auto”. Così il Comitato di Lecce Libera che chiede ancora una volta di essere ascoltato: “400 imprese che portano lavoro in città vorrebbero poter dire la loro. Abbiamo apprezzato -continuano- la proposta di collaborazione con Salvemini del centrodestra in cambio di un passo indietro sul provvedimento di Viale Marconi e del ripensamento di tutte le linee. Auspichiamo che destra e sinistra collaborino ascoltando chi opera ogni giorno sul campo. La chiusura delle vie esterne al centro spero non sia più nei programmi di questa amministrazione: siamo convinti che i cittadini boccerebbero interventi di questo genere. Noi vorremmo che ci fosse un progetto chiaro, non ideologico e partecipato per la mobilità leccese. Se le condizioni non ci -conclude il Comitato- sono o non c’è alcuna voglia di ascoltare chi vive ogni giorno le problematiche del commercio del centro, meglio tornare alle urne”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*