Esplosione nel negozio di cornici a Lecce, 23enne confessa l’attentato

QuattroStelle

LECCE- È trascorso esattamente un mese dall’attentato in via Mazzarella a Lecce, quando in tarda serata un ordigno era stato piazzato e fatto esplodere davanti al negozio di un corniciaio, in pieno centro città. Era il 23 gennaio scorso, ed oggi, dopo le indagini della polizia, l’autore è stato individuato. È un 23enne della provincia che davanti agli inquirenti, ha confessato. Subito dopo l’attentato, che in città aveva destato forte preoccupazione, gli agenti della Squadra Mobile erano riusciti a cogliere elementi importanti sia sulla dinamica del fatto, sia sul numero degli autori. La forte esplosione aveva interessato l’esterno dell’esercizio commerciale e aveva danneggiando la saracinesca e la vetrata. Gli investigatori, dopo i sopralluoghi, hanno acquisito una serie di dati tecnici che hanno permesso di stringere il cerchio attorno al 23enne. Ha fatto tutto da solo ed il gesto è stato compiuto per dissidi di natura privata con il proprietario del negozio. Escluso quindi il movente estorsivo. L’autore del reato, negli uffici della Squadra Mobile, messo alle strette, ha confessato tutto. Per questo, considerato il suo atteggiamento collaborativo, è stato denunciato per danneggiamento aggravato e per il possesso dell’ordigno.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*