Mare e natura delle Isole Canarie

A largo delle coste africane nord-occidentali sorgono le Isole Canarie, arcipelago formato da 7 isole dal patrimonio naturalistico e archeologico straordinario. Tale bellezza ha fatto si che molti pensassero che queste isole, Gran Canaria, Lanzarote, Tenerife, Fuerteventura, La Gomera, El Hierro e La Palma, fossero ciò che resta della leggendaria Atlantide. Scopri le Canarie

Isole Canarie: cosa vedere

Tenerife ruota attorno al vulcano Teide dalla cui cima innevata si scorge l’intero arcipelago. L’isola è ricca di paesi tra i quali la pittoresca Orotava che domina vallate di banani, vigneti e castagneti.

Fuerteventura, l’isola più vicina alla costa africana, è amata dai surfisti in quanto molto ventosa e tra le spiagge più note c’è quella del Correlejo, dalle cui dune sabbiose è facilmente raggiungibile la disabitata isola di Los Lobos.

Gran Canaria è definita un vero e proprio continente in miniatura, tra lunghe spiagge come quella di Maspalomas costituita da sabbia del Sahara, colline rocciose quali Roque Nublo e foreste esotiche come quelle che tra pini, cactus ed eucalipti, punteggiano il colossale cratere “Caldera de Bandama”.

La lunare Lanzarote è stata plasmata dalle intense attività vulcaniche come dimostra il “Parque Nacional de Timanfaya” dove si cammina tra centinaia di coni vulcanici: qui sorge il Giardino dei Cactus, sorprendente opera dell’artista César Manrique.

Chi vuole scorgere la Via Lattea deve invece recarsi al grande osservatorio astronomico in cima al “Roque de Los Muchachos” sull’isola di La Palma, mentre chi ama la natura selvaggia opti per la remota isola El Hierro e per La Gomera dove la costa è stata plasmata dagli elementi a ricordare l’organo di una chiesa.

Patrimonio archeologico

Molti sono i siti archeologici presenti sulle isole grazie ai quali è possibile apprendere di più sui primi abitanti del luogo.

A Gran Canaria il “Cenobio Valerón”, interessante opera di ingegneria preistorica, presenta circa 300 silos preistorici scavati nella nuda roccia utilizzati per conservare i cereali. Sull’isola è possibile vistare il “Parco Archeologico Cueva Pintada” risalente al paleolitico, nella cui cueva sono presenti pitture rupestri ricche di figure geometriche e simboli realizzate dagli indigeni prima dell’arrivo dei coloni spagnoli.

A Tenerife si trovano infine le enigmatiche Piramidi di Guimar, costruzioni a gradoni: ci sono dubbi se siano stati gli indigeni guanches a costruirle visto che erano fermi all’età della pietra, ed inoltre non si sa a quale scopo siano state erette.

Enogastronomia e divertimento alle Canarie

La cucina delle Isole Canarie si basa sul gofio (farina di cereali) e sulle mojos, salsine usate per accompagnare principalmente il pesci quali i tollos (squalo), arrugadas (cernie) e crostacei. Prodotti tipici dell’arcipelago sono poi il formaggio di capra di Majorero, il miele di palma di La gomera ed il vino dei vigneti di Tacoronte a Tenerife.

Chi cerca una vita notturna animata deve considerare che Lanzarote, El Hierro, La Palma e La Gomera offrono poco al riguardo, se non tipici locali folcloristici e chiringuitos.

Tenerife è invece la regina della movida giovanile grazie alla grande discoteca “A Suadade” ed al movimentato quartiere El Quadrilatero a La Laguna. Gran Canaria è l’isola gay friendly per eccellenza, mentre a Fuerteventura Playa de Las Americas e In Corralejo sono i luoghi più adatti per passare notti all’insegna del puro divertimento.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*