Estorsione, droga e armi: 11 arresti

BRINDISI-Secondo gli investigatori, non avrebbero esitato ad utilizzare le armi per affermare i propri atti criminosi, per avanzare richieste estorsive, minacciando, in caso di mancato pagamento, gravi conseguenze fisiche e patrimoniali. Sono 11 le persone finite in manette in queste ore, a seguito dell’operazione “Exodus”, portata a termine dai finanzieri del Nucleo di Polizia Economico – Finanziaria di Brindisi, coordinati dalla locale Procura della Repubblica. Sono tutti brindisini: Alessandro Coffa, Alessandro Polito, Alessio Romano, Aliosha Lazzoi, Francesco Coffa, Ilario Vicerè, Nicola Sgura, Pasquale Scotti, Roberto Eros, Roberto Leoci, Teodoro De Matteis. Obbligo di dimora per Angelo Falcone

Tra le attività delittuose poste in essere dai soggetti finiti dietro le sbarre , è stata rilevata dagli investigatori l’ introduzione di sostanze stupefacenti in favore di personaggi detenuti all’interno della Casa Circondariale di Foggia smascherata dai finanzieri con la collaborazione dei colleghi del Comando Provinciale di Foggia e che ha consentito l’arresto in flagranza del “corriere”. Nel corso delle indagini, è stata accertata l’esecuzione di un atto intimidatorio avvenuto lo scorso sei gennaio. con l’esplosione di colpi di arma da fuoco (attraverso l’ utilizzo di kalashnikov”) all’indirizzo di una società con sede nella zona industriale Brindisi. Le attività proseguono sotto il profilo economico-finanziario dei soggetti colpiti dalla misura restrittiva.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*