Parte un colpo durante l’esercitazione, muore a Milano carabiniere salentino

QuattroStelle

MILANO- È salentino l’appuntato dei carabinieri morto nel pomeriggio durante un’esercitazione, colpito al petto da un colpo partito da un collega. Si tratta di Andrea Vizzi, 33 anni, di Corigliano d’Otranto.

Era un militare delle Api (Aliquote primo intervento) e si stava esercitando all’interno della caserma Montebello di via Vincenzo Monti, a Milano. L’incidente è avvenuto attorno alle 18, il gruppo si trovava in un’area di addestramento ricavata nella zona dei garage della caserma, stava mettendo a punto delle tecniche di intervento speciale.

La dinamica è ancora al vaglio degli investigatori e si sarebbe trattato di un colpo accidentale esploso senza alcuna intenzione di ferire. Il proiettile del fucile M12 calibro 9 tuttavia ha centrato il 33enne al petto. Eppure, le Api indossano giubbotti antiproiettile a «pieno carico», cioè con tutte le dotazioni. Il 33enne non lo aveva in quel momento e questo lascia pensare che l’incidente sia avvenuto al termine della esercitazione o comunque in una fase di «riposo».

Dopo un tentativo di rianimazione, Vizzi è morto una volta arrivato al Policlinico. Non sposato e senza figli, era arrivato all’Aliquota da un anno come volontario e prima era in servizio alla stazione di Arese. Il collega che gli ha sparato è stato trasportato in stato di choc all’ospedale e sarà sentito appena sarà in grado di parlare.

Profondo cordoglio per la morte di Vizzi é stata espressa ai familiari e al comandante dell’Arma generale Nistri dal capo di stato maggiore della Difesa generale Graziano.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*