Call center aperti in campagna elettorale, chieste verifiche su voto di scambio

SUD SALENTO- Call center aperti all’improvviso in campagna elettorale nel Sud Salento e “legati a candidati facilmente individuabili, che assicurano assunzioni lampo per la durata di 40 giorni e retribuzioni di 500 euro”. Per questo il capogruppo regionale di Art1-Mdp Ernesto Abaterusso chiede alle istituzioni di vigilare sul rischio di inquinamento del voto e di “accertare se, nella fattispecie, possano configurarsi ipotesi di reato legate all’acquisizione del consenso dietro compenso”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*