Per non dimenticare: il 10 febbraio si celebra la Giornata del ricordo delle foibe

LECCE- Presentate questa mattina in conferenza stampa le iniziative previste in occasione del Giorno del Ricordo, che ricorre il 10 febbraio di ogni anno e che fu istituito dal Parlamento con la legge n. 92 del 2004 per conservarela memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”.

Il calendario è il risultato di una riunione del Comitato per la Valorizzazione della Cultura della Repubblica, tenutasi nei giorni scorsi presso la Prefettura di Lecce, cui hanno partecipato per il Comune di Lecce l’assessore alla Cultura Antonella Agnoli e l’assessore ai Diritti civili Silvia Miglietta, oltreché numerosi dirigenti scolastici di Lecce e provincia.

La cerimonia prenderà il via alle ore 9 di sabato 10 febbraio dal Liceo Scientifico “Banzi Bazoli” di Lecce dove saranno presenti delegazioni di studenti del Liceo Classico “G. Palmieri” di Lecce, del Liceo Scientifico “L. da Vinci” di Maglie, dell’Istituto “E. Lanoce” di Maglie, dell’Istituto “Don Tonino Bello” di Tricase e dell’Istituto “G. Salvemini” di Alessano. Dopo il benvenuto della dirigente scolastica Antonella Manca e i saluti delle autorità, sarà effettuato un collegamento skype con le foibe di Basolizza, in provincia di Trieste, sede della cerimonia nazionale, alla quale parteciperanno anche circa cinquanta studenti dell’Istituto “F. Calasso” di Lecce, il dirigente scolastico Mario Biagio Portaccio e alcuni docenti. Durante il soggiorno a Trieste, dall’8 al 10 febbraio, l’Istituto Calasso deporrà una corona d’alloro sul Sacrario della foiba di Basovizza durante la cerimonia nazionale e parteciperà ai vari eventi organizzati dal Comune triestino: visite al museo storico di Gorizia e ai campi di concentramento nei territori dalmati. Al collegamento skype seguiranno l’intervento della Prof.ssa Iurlano del CESRAM, e vari contributi narrativi degli studenti, nonché testimonianze e video di parenti delle vittime delle foibe: la Signora Cossetto, la Signora Bordarin e la Professoressa Mihaljievich dell’I.I.S.S. Salvemini. In chiusura, è prevista l’esibizione di uno studente del Liceo Banzi Bazoli, che canterà la “Guerra di Piero” di Fabrizio De Andrè.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*