Mercato di Settelacquare: parte la rigenerazione. Si chiude per tre giorni

LECCE – Dal pomeriggio di sabato 3 febbraio fino a martedì 6, il mercato di Settelacquare resterà chiuso per la rigenerazione dello stato dei luoghi. Lo rende noto l’amministrazione comunale leccese. Gli esercenti precisano che l’attività di vendita continuerà, anche all’esterno.

L’intervento è stato concordato con gli operatori del mercato e fa seguito a una visita approfondita della struttura effettuata nei giorni scorsi dall’assessore alle Attività produttive Paolo Foresio, con i rappresentanti delle associazioni di categoria e dell’associazione “La Tettoia”, che rappresenta gli esercenti del mercato comunale.

“La rigenerazione interesserà la struttura prefabbricata del mercato di Settelacquare, con la risistemazione degli arredi interni ai fini di una migliore disposizione delle panche adibite alla vendita di frutta e verdura e con la messa in atto di operazioni di risanamento/ripristino murario e di tinteggiatura delle pareti interne, oltre alla pulizia di tutta l’area di calpestio”.

Soddisfatto il presidente de “La Tettoia”, Pino De Gaetano, che tantissime volte, ai nostri microfoni, ha denunciato lo stato di abbandono della struttura e le tante promesse non mantenute.

È da anni, infatti, che gli operatori chiedono un intervento decisivo per rilanciare questa realtà, che spesso soccombe alla grande distribuzione e anche alla lontananza dal centro della città.

“Con questo intervento necessario ci prendiamo cura dell’area marcatale comunale come non si faceva da molti anni – di chiara l’assessore alle Attività produttive Paolo Foresio – Per noi investire sui mercati comunali è importante, e ci teniamo che aree come Settelacquare vengano correttamente manutenute e percepite come spazi puliti, decorosi, nei quali fare la spesa è un’esperienza piacevole. Ringrazio le imprese che abbiamo incaricato della pulizia per aver accettato di lavorare sabato pomeriggio e domenica, al fine di minimizzare l’impatto degli interventi sulle vendite e gli operatori per la loro pazienza e disponibilità”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*