Messuti apre al civismo: con “sentire civico” la politica al servizio del territorio

LECCE –  “Sentire civico, lo dice la parola stessa, vuol dire ascoltare il territorio, vuol dire essere al servizio dei cittadini partendo dal dialogo e dall’ascolto delle loro dalle esigenze”. A parlare è Gaetano Messuti, consigliere d’opposizione a Palazzo Carafa, che in mattinata ha presentato un nuovo progetto “fatto di idee in movimento -ha detto- condiviso con sindacati, associazioni, imprenditori, appassionati sostenitori del territorio. La politica -ha aggiunto- spesso non dà risposte, il civismo è la svolta”.

“Non sarà lo strumento per guadagnare una poltrona -ha precisato Messuti- e non ci faremo strumentalizzare da chi ambisce a fare carriera guadagnando il maggior consenso possibile”.

In una sala gremita del cinema Salesiani la presentazione dei temi sui quali il movimento intende focalizzare l’attenzione: ambiente, commercio, sanità, sicurezza, randagismo, parcheggi, burocrazia, disagio sociale. Poi le testimonianze, come quella del sindaco di Melendugno Marco Potí, ospite sul palco per raccontare la battaglia contro il gasdotto tap, il Dottor Mauro Minelli, invitato per parlare di sanità pubblica, e poi il racconto di associazioni, movimenti e sindacati che da questo momento con “sentire civico” intendono condividere le proprie battaglie.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*