Lungomare, i balneari preoccupati: lavori a rilento e asfalto che si mischia alla sabbia

GALLIPOLI- Sul lungomare di Gallipoli  c’è un cantiere aperto per realizzare il progetto che darà un nuovo volto alla strada che costeggia le spiagge bianchissime della perla dello Ionio.  Molti balneari si dicono preoccupati: innanzitutto per la tempistica dei lavori, poiché ad oggi sembra tutto fermo. Ci sono stati inviati questi video e pare che all’opera ci fossero solo due operai con un bobcat. Si è proceduto a smantellare il manto stradale, nel tratto che va dal primo ingresso a Baia Verde (venendo dalla città), verso Sud.

Il secondo cruccio riguarda proprio questo, ovvero il fatto che il materiale di risulta dello smantellamento è lì, senza alcuna protezione per evitare che raggiunga la spiaggia. L’asfalto si sta mischiando pericolosamente alla sabbia. Come avverrà la bonifica e quando? Si chiedono. Non vorrebbero ritrovarsi il bitume sotto alla sabbia. In ultimo, ma non meno importante, non ci sarebbe alcun cartello che spieghi il progetto, né una foto di quello che dovrebbe essere il nuovo lungomare una volta completato. Stando a quanto detto quando, ad aprile scorso, partirono i lavori, il lungomare diventerà pedonale e ciclabile, la pavimentazione sarà in materiale drenante, l’illuminazione partirà dal basso perché sia soffusa lungo tutta la strada. Le intenzioni sono di una “rinaturalizzazione” del tratto. La strada, però, si svilupperà in modo sinusoidale, quindi una curva dopo l’altra. E allora gli imprenditori si chiedono come la attraverseranno i mezzi di soccorso e i fornitori. I lavori, a luglio 2017, furono interrotti perché incompatibili con la stagione estiva. A ottobre sono ripresi ma in questi mesi, fino ad oggi -lamentano i balneari- non è stato fatto molto. Dovrebbero concludersi a luglio, ma si teme che non si faccia in tempo. Una serie di interrogativi che vogliono con forza una risposta in tempi brevi. L’estate, per chi di estate campa, è molto vicina.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*