Lecce, Caturano senza gol da due mesi: “Con Liverani un’altra marcia”.

Salvatore Caturano, attaccante del Lecce.
Ottica Salomi

LECCE – (di Tonio De Giorgi) Da troppo tempo ormai il Lecce non festeggia con un gol del suo bomber, Sasà Caturano. La rete manca all’attaccante di Scampia dal 7 ottobre quando segnò a Caserta contro la Juve Stabia. E adesso non vede l’ora di tornare ad esultare per un gol personale. E chissà che la presenza della mamma e dei fratelli non portino fortuna al bomber giallorosso.  “In tribuna ci sarà mia mamma e i miei fratelli – afferma l’attaccante -, sicuramente sarà uno stimolo in più per fare bene. Per quanto mi riguarda sarà anche la partita dell’ex e troveremo un ambiente difficile, quindi sappiamo cosa ci aspetterà”. La stagione di Caturano è stata fin qui condizionata anche da un problema fisico che ora è superato. “Spero sia finalmente così – continua -, voglio dare una mano ai miei compagni di squadra”. Tuttavia nella classifica interna dei marcatori della squadra leccese solo Di Piazza ha segnato più di lui: sette contro i cinque di Caturano. “Di Piazza è un giocatore importante, anche tecnicamente, ma in squadra tutti possono dare il proprio contributo, da Torromino a Dubickas, fino a Persano che si è inserito molto bene di nuovo in gruppo. Fisicamente ora sto bene – assicura -, io mi sento bene ed ho voglia di tornare al gol. Se domenica l’allenatore cercherò in tutti i modi di segnare e far vincere il Lecce”. L’arrivo di Liverani ha rivitalizzato anche i movimenti offensivi oltre a quelli utili per organizzare anche la rete difensiva. “Vuole che noi siamo più collaborativi – ammette -, penso che in queste partite si è visto. Senza nulla togliere ai tecnici che lo hanno preceduto, con lui c’è un ottimo feeling, dall’inizio, Liverani ha carattere e mette gli attaccanti nelle condizioni di potersi esprimere al meglio nelle due fasi. E’ sicuramente un’arma in più”. L’attaccante giallorosso, che la società leccese ha riscattatto dal Bari la scorsa estate, mette in guardia da una squadra come la Paganese. “E’ una squadra composta da giocatori importanti per la categoria – aggiunge -, noi siamo i favoriti, sulla carta; per gli avversari sempre massimo rispetto, ma paura di nessuno – continua -, sappiamo la nostra forza e quella degli altri, cercheremo di pensare solo a noi stessi e vincere sempre perché abbiamo la forza per farlo”. Il Lecce torna in pista con due squadre che inseguono da vicino, le due siciliane Trapani e Catania. “Sono due formazioni attrezzate – conclude -, sicuramente lotteranno per il primo posto fino al termine della stagione, chi farà meglio la spunterà”.

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*