Rilevazione radon, assessore di Lequile scrive a Emiliano: scarsa informazione

LEQUILE- Il riferimento è alla Legge Regionale del 3 novembre 2016, n. 30 ( modificata dall’art. 25 della L.R. n. 36 del 09/08/2017): “Norme in materia di riduzione dalle esposizioni alla radioattività naturale derivante dal gas ‘radon’ in ambiente chiuso”. L’assessore alle Attività produttive del Comune di Lequile, Lorenzo Nicolini, scrive al presidente della Regione Michele Emiliano lanciando un allarme: “Il rischio reale è che all’avvio delle attività di controllo da parte dei Comuni, centinaia di operatori (sul nostro territorio quasi 800) si trovino costretti a sospendere l’attività solo perché poco o male informati dall’ente Regione, su una tematica così delicata e che coinvolge troppi uffici (Assessorato ambiente, urbanistica, attività produttive, ecc.), senza un reale coordinamento finalizzato a diffondere la notizia del nuovo obbligo. Bisogna dare merito alle Associazioni di categoria tutte, che da tempo informano tutte le attività che oggi, rischiano la sospensione dell’agibilità e la chiusura”. Il 17 novembre Nicolini aveva già scritto all’ Assessore della Regione Puglia con delega all’Ambiente, a proposito delle norme in materia di riduzione delle esposizioni alla radioattività naturale derivante dal gas Radon in ambienti chiusi.Esprimeva apprezzamento nel merito di tale legge contestandone il metodo, non in riferimento all’ obbligo di certificare i livelli di gas Radon nelle attività commerciali e artigianali aperti al pubblico, ma per la scarsa informazione in cui si trovano gli esercenti. “NESSUNA RISPOSTA è GIUNTA” dice oggi a Emiliano. “Mi appello alla sensibilità politica dell’Istituzione regionale per sostenere economicamente i commercianti e gli artigiani che devono dare esecuzione ad una norma di legge.  E’ importante agevolare le piccole e medie imprese creando le condizioni politiche per far fronte ad una spesa che non DEVE essere tutta a carico delle imprese specialmente in un periodo di crisi che attanaglia il settore commerciale e artigianale”.

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*